RITRATTO DI CANOVA DI THOMAS LAWRENCE. IL RESTAURO

RITRATTO DI CANOVA DI THOMAS LAWRENCE. IL RESTAURO

RESTAURO DEL RITRATTO DI CANOVA DI THOMAS LAWRENCE

 

Lo splendido ritratto di Antonio Canova, realizzato a olio su tela dal pittore della corte inglese Thomas Lawrence, rappresenta una delle opere più significative della gloria e dell’apoteosi di cui godette Canova negli ultimi anni della sua vita.

 

Dopo essere stato a Parigi, nell’autunno del 1815, su incarico di Pio VII per recuperare gran parte delle opere che furono trafugate dall’Italia dopo la Pace di Tolentino, Canova passò in Inghilterra, a Londra, per poter confermare l’autenticità dei marmi del Partenone (quelli staccati dall’ambasciatore lord Elgin e proposti all’acquisto per una cifra impressionante al reggente Giorgio IV d’Inghilterra).

Gli inglesi avevano fatto di tutto per avere Canova a Londra: si erano persino sobbarcati le spese di trasporto in Italia delle opere recuperate in Francia, pur di convincere Canova a continuare il suo viaggio fino alla corte inglese.

Dopo aver emesso il famoso giudizio di autenticità (“questa è vera carne”, disse di quei bassorilievi attribuendoli a Fidia), Canova accompagnato dal fratello Giovanni Battista Sartori, fu invitato al convito regale alla corte di  Giorgio IV.

…. il figlio dello scalpellino di Possagno, fu a cena alla corte del re d’Inghilterra!

In quell’occasione (era lunedì 4 dicembre 1815), Thomas Lawrence gli delineò il ritratto che terminò in seguito e lo regalò a Canova, nel 1819, durante il suo viaggio a Roma.

Il dipinto, a cui Canova era particolarmente affezionato, passò a Possagno, dieci anni dopo (1829), quando monsignor Sartori chiuse lo Studio romano di Canova e trasferì tutti gli oggetti d’arte lì contenuti nella Casa dell’artista.  Fu collocato nella stanza natale, accanto alla bacheca degli strumenti di lavoro e delle onorificenze canoviane.

Aveva bisogno di un profondo restauro questo prezioso dipinto: non godeva di buona salute già ai tempi del Primo Conflitto mondiale, quando venne trasferito per un intervento restaurativo poi rinviato a causa dei bombardamenti del 1917.

Ultimamente, l’opera presentava significative cadute di colore, raggrinzimenti della tela e altre necessità che mettevano in forse la sua stessa sopravvivenza.   

Era quindi necessario provvedere finalmente al restauro a cui si provvide nel 2012, quando la Cassa di Risparmio di Padova si propose di contribuire per sostenerne la rinascita.

_________________________________________________

 

RESTAURO DEL RITRATTO DI CANOVA, OPERA DI THOMAS LAWRENCE: 5.800,00 EURO.

con il contributo di CASSA DI RISPARMIO DEL VENETO

FONDAZIONE CANOVA: RESTAURI E CONSERVAZIONE

 

Grazie al supporto di aziende Partner e Istituzioni impegnate nella conservazione del nostro patrimonio culturale, Fondazione Canova Onlus ha potuto sostenere delle importanti opere di restauro:

 

 

Ti piacerebbe essere coinvolto e scoprire tutti i modi in cui è possibile supportare il Museo? 

DIFENDERE IL PATRIMONIO CULTURALE È UN OBBLIGO CHE ABBIAMO NEI CONFRONTI  DEL NOSTRO TERRITORIO E DELLE GENERAZIONI FUTURE.

CON IL VOSTRO ANCHE PICCOLO AIUTO POSSIAMO FARE MOLTO.