L’archivio storico della Fondazione Canova

Domenica di carta 2020 – 11 ottobre 2020

L’archivio storico della Fondazione Canova

In occasione della Domenica di Carta 2020, promossa dal Ministero per i beni e le Attività Culturali e per il Turismo, il Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno vi presenta virtualmente il suo Archivio Storico.

L’archivio si trova all’interno del complesso museale possagnese e conserva i documenti contabili e amministrativi della Fondazione. Nel 1822, alla sua morte, Antonio Canova donò tutto l’immenso patrimonio mobile e immobile al fratellastro Mons. Giovanni Battista Sartori-Canova, compreso anche l’intero corpus di documenti manoscritti autografi tra cui libri-giornali, corrispondenze varie e appunti sulle sue opere; la sezione più antica conservata si riferisce al soggiorno romano del grande Scultore.

Non solo, l’Archivio custodisce anche moltissime testimonianze degli avvenimenti storici che hanno interessato l’intero territorio nazionale e coinvolto Possagno e il suo patrimonio artistico. La Prima Guerra Mondiale, combattuta proprio a ridosso della costruzione museale, incise fortemente sulla storia del nostro Paese e sulla vita della Gypsotheca e delle sue opere: esistono lettere, resoconti, elenchi, richieste di risarcimento e di autorizzazione per la ricostruzione delle opere danneggiate dal conflitto mondiale. Queste testimoniano con quanta cura e amore l’allora conservatore Stefano Serafin, e suo figlio Siro, lavorarono in sinergia con le maggiori personalità del periodo per ridare luce e dignità al patrimonio sfregiato dalla guerra. L’attività di ripristino si concluse in buona parte con la grande apertura e le celebrazioni del primo centenario della morte di Canova nel 1922.

Numerosi altri eventi storici hanno segnato il Museo e tutte queste testimonianze sono conservate proprio qui dentro.

Oltre alla documentazione riferita alla Fondazione Canova, l’archivio conserva anche il grande fondo storico dell’Opera Dotazione del Tempio che gestisce il Tempio Canoviano, in cui sono raccolti tutti i fascicoli relativi alla sua edificazione, fortemente voluta da Canova stesso.

Il nostro Archivio Storico, per nostra fortuna, ci permette di fare un viaggio nel passato tra vicende belliche, manifestazioni artistiche locali, nazionali ed internazionali, eventi e celebrazioni di varia natura; esso ci consente di conoscere ed entrare in contatto con personaggi che hanno trasformato la storia dell’arte, dell’architettura e della politica.

Grazie alla Domenica di Cartapossiamo scoprire, conoscere e innamorarci del nostro passato fatto di messaggi scritti su dei fogli, ora un po’ ingialliti, ma carichi di storia e di magia.

 

Testo di Federica Bertoli, Museo Gypsotheca Antonio Canova

Documenti contenuti nell’Archivio storico di Fondazione Canova

 

Documenti contenuti nell’Archivio storico di Fondazione Canova

 

Firma di Antonio Canova

 

 

Gli scaffali dell’archivio di Fondazione Canova

 

Archivio di Fondazione Canova con vista sulla Gypsotheca

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *