Collaborazioni

Collaborazioni

Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna

Gallerie d'Italia, Milano
15 ottobre 2019 - 15 marzo 2020

La mostra rappresenta, sia per l’importanza e la bellezza delle opere esposte, che per la grande rilevanza scientifica, una straordinaria occasione di conoscenza della scultura tra Sette e Ottocento.
Un periodo in cui quest’arte ha conosciuto una decisiva trasformazione grazie al genio dell’italiano Antonio Canova (Possagno 1757 – Venezia 1822) e del danese Bertel Thorvaldsen (Copenaghen 1770 – 1844), protagonisti e rivali sulla scena ancora grandiosa di una Roma cosmopolita dove hanno avuto modo di confrontarsi con i valori universali della classicità e dell’antico. Furono infatti riconosciuti e celebrati come i “classici moderni”, capaci di trasformare l’idea stessa della scultura e la sua tecnica, creando capolavori immortali che sono diventati, anche perché continuamente riprodotti, amati e popolari in tutto il mondo.

Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna

GAM Milano
25 ottobre 2019 - 15 marzo 2020

Negli ultimi dodici anni di attività, quando è lo scultore più famoso e più richiesto d’Europa, Antonio Canova si dedica a una serie di effigi femminili di personaggi ideali che ha immediata fortuna tra i contemporanei, sia tra la committenza che tra la critica dell’epoca. A queste, che lui stesso chiamò “teste ideali”, è dedicata la mostra.

Nel percorso espositivo vengono presentate le diverse versioni dello stesso soggetto realizzate da Canova, su tutte la Vestale, realizzata in tre versioni e qui riunite per la prima volta.
Accanto alle opere del maestro del Neoclassicismo sono anche proposti preziosi confronti con opere che vanno dall’antichità ai nostri giorni, che da un lato indicano i modelli da cui lo scultore prese spunto, dall’altro evidenziano il valore universale della sua arte. Tra questi, si segnalano le sculture antiche della collezione Farnese (viste da Canova a Napoli), gli affreschi del Quattrocento toscano, le opere realizzate dagli scultori che seguirono il classicismo del maestro nell’Ottocento (come Raffaele Monti o Pompeo Marchesi) ma anche l’arte del Novecento e la scultura di Adolfo Wildt e Giulio Paolini.

Canova. Eterna Bellezza

Museo di Roma
09 ottobre 2019 - 15 marzo 2020

Incorniciate all’interno di un allestimento di grande impatto visivo, oltre 170 opere di Canova e di alcuni artisti a lui coevi animano le sale del Museo di Roma in Palazzo Braschi. L’esposizione racconta in 13 sezioni l’arte canoviana e il contesto che lo scultore trovò giungendo nell’Urbe nel 1779.

Attraverso ricercate soluzioni illuminotecniche, lungo il percorso espositivo è rievocata la calda atmosfera a lume di torcia con cui l’artista, a fine Settecento, mostrava le proprie opere agli ospiti, di notte, nell’atelier di via delle Colonnette.

Canova e l'Antico

Museo Archeologico Nazionale di Napoli
28 marzo 2019 - 30 giugno 2019

Al MANN, a Napoli, per la prima volta 12 grandi marmi e oltre 110 opere del sommo scultore per mettere a fuoco, nel tempio dell'arte classica, il legame fecondo tra Canova e l'Antico.

Prestiti internazionali connotano l’appuntamento: come il nucleo eccezionale di sei marmi provenienti dall’Ermitage di San Pietroburgo e alcuni delicatissimi
grandi gessi, come il Teseo vincitore del Minotauro e l’Endimione dormiente dalla Gypsotheca di Possagno, che ha concesso con grande generosità prestiti davvero significativi.

Canaletto, Tiepolo e l'Arte del Settecento Veneziano

Palazzo Ducale, Venezia
23 febbraio 2019 - 9 giugno 2019

Il Settecento veneziano con le sue luci e ombre si snoda lungo le sale di Palazzo Ducale, nel racconto di un secolo straordinario e del suo protagonista: Giovanni Antonio Canal, il Canaletto.

Il Museo Canova è partner prestatore dei seguenti bassorilievi: la ``Morte di Priamo`` e ``Ecuba e le matrone romane presentano il peplo a Pallade``.

L’industria dell'antico della serialità dell'arte classica alla fabbrica ritrovata di Giovanni Volpato

Museo Nazionale Romano
13 dicembre 2018 - 7 aprile 2019

La grande mostra su Giovanni Volpato (1733-1803), che si svolge a Roma in questi mesi, ha come partner prestatore il Museo Canova di Possagno: il Consiglio di Amministrazione di Fondazione Canova di Possagno ha da poco autorizzato il prestito di tre opere del Canova: il grande dipinto Venere con Fauno, il modellino in gesso di Perseo, la Ninfa dormiente.

Cani in posa

La Venaria Reale
20 Ottobre 2018 - 10 Febbraio 2019

Si tratta della prima grande mostra in Italia sul tema del “cane nell’arte”, esponendo sculture e dipinti eseguiti da alcuni fra i massimi artisti di tutti i tempi, dall’antichità ad oggi.
L’esposizione ha come oggetto la costante presenza del cane nel mondo dell’arte figurativa occidentale, spesso quale motivo accessorio della grande pittura di storia, ma anche come un genere vero e proprio coltivato dai pittori “animalisti” o da artisti completi cimentatisi in vari settori, sia con carattere autonomo che legato al genere del ritratto.

Dopo la figura umana, il cane, “amico dell’uomo” per antonomasia, è l’animale da sempre più rappresentato dagli artisti, tradendo un legame affettivo e un’affinità elettiva che travalica gli aspetti del decoro formale.

Mostra ideata da: Fulco Ruffo di Calabria, e organizzata da: Glocal Project Consulting e Consorzio Residenze Reali Sabaude

Magister Canova

Venezia, Scuola Grande della Misericordia.
Dal 16 giugno al 22 novembre 2018.

E' qui allestita Magister Canova, la prima grande mostra multimediale dedicata al massimo esponente e scultore del Neoclassicismo, realizzata con un comitato scientifico di alto profilo internazionale e la collaborazione della Fondazione Canova onlus - Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno.
Un intreccio di musica, parole e immagini con la partecipazione straordinaria di Fabrizio Plessi, la voce dell’attore Adriano Giannini e le note dal violoncellista Giovanni Sollima.

Canova's George Washington: il doppio progetto espositivo tra New York e Possagno

Canova's George Washington, la prima mostra dedicata all'unica opera eseguita da Canova per l'America, si terrà presso la Frick Collection di New York dal 23 maggio al 23 settembre 2018 e presso la Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno dal 10 novembre 2018 al 22 aprile 2019.
Canova’s George Washington ripercorre la storia del capolavoro perduto, probabilmente il monumento pubblico meno conosciuto fra quelli eseguiti da Canova. Organizzato da Xavier F. Salomon, capo curatore della Frick Collection, in collaborazione con Mario Guderzo, direttore della Gypsotheca e Museo Antonio Canova, la Venice International Foundation e la Friends of Venice Italy, il doppio progetto espositivo riunisce per la prima volta il modello preparatorio in gesso a grandezza naturale (mai uscito prima d’ora dall’Italia), quattro bozzetti preparatori e i relativi disegni e incisioni. Sarà esposto anche il ritratto a olio di Canova dipinto nel 1816 da Thomas Lawrence, anch’esso prestato dalla Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno assieme al modello e ai bozzetti.

Canova e la Danza

New York, Istituto Italiano di Cultura.
Dal 23 maggio al 28 giugno 2018.

La Mostra dal titolo ``Canova e la Danza`` presenta sedici tempere del grande artista italiano, una prima assoluta per il pubblico americano, che tornano ad essere esposte, per la prima volta, dopo il loro recente restauro. Le opere provengono dalla Gypsotheca e Museo Canova, di Possagno (Treviso), e l'esposizione è curata da Mario Guderzo, direttore del Museo.

Canova by Fabio Zonta

New York, Consolato Generale d'Italia.
Dal 23 maggio al 23 settembre 2018.

La mostra fotografica “Antonio Canova” di Fabio Zonta è parte di un progetto più ampio che nasce dalla collaborazione tra la Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno e il celebre museo The Frick Collection di New York.

Like Life: Sculpture, Color, and the Body

New York, The Met Breuer.
Dal 21 marzo al 22 luglio 2018.

È un’esposizione dai grandi numeri che accompagna il pubblico attraverso un inedito itinerario artistico all’ insegna della scultura come strumento per rappresentare il corpo umano.

Soggetto immortalato dagli artisti nel corso dei secoli, la figura umana ricorre nelle opere scultoree selezionate dalla mostra newyorkese, mettendo a confronto lavori realizzati nell’arco di oltre 700 anni. Come evocato dal titolo, uno dei temi cardine attorno a cui si è mossa la ricerca artistica è quello del realismo, croce e delizia degli scultori di ogni tempo. In esposizione troviamo anche dei bozzetti preparatori di Antonio Canova provenienti dal Museo Canova di Possagno.

Interactions: Des siècles de commerce, de combat et de création

Bruxelles, Casa della storia europea.
Dal aprile 2017 a maggio 2018.

Nessuno come Canova è stato un artista di levatura e di importanza europea. Il Museo Canova di Possagno non poteva certo mancare a uno degli appuntamenti più importanti voluti dal Parlamento Europeo: una mostra allestita all'interno della Casa della Storia Europea di Bruxelles, spazio dedicato alla cultura e alla vocazione artistica e culturale europea. E' qui che sarà esibito uno dei più bei bozzetti in terracotta raccolti nell'Ala Scarpa della Gipsoteca di Possagno di Amore e Psiche giacenti.