Mostre

Mostre

Canova | George Washington: il doppio progetto espositivo tra New York e Possagno

Canova | George Washington, la prima mostra dedicata all'unica opera eseguita da Canova per l'America, si terrà presso la presso la Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno dall' 11 novembre 2018 al 22 aprile 2019.
Canova | George Washington ripercorre la storia del capolavoro perduto, probabilmente il monumento pubblico meno conosciuto fra quelli eseguiti da Canova. Organizzato da Xavier F. Salomon, capo curatore della Frick Collection, in collaborazione con Mario Guderzo, direttore della Gypsotheca e Museo Antonio Canova, la Venice International Foundation e la Friends of Venice Italy, il doppio progetto espositivo riunisce per la prima volta il modello preparatorio in gesso a grandezza naturale (mai uscito prima d’ora dall’Italia), quattro bozzetti preparatori e i relativi disegni e incisioni. Sarà esposto anche il ritratto a olio di Canova dipinto nel 1816 da Thomas Lawrence, anch’esso prestato dalla Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno assieme al modello e ai bozzetti.

NUOVO CANOVA di Romano Vio

Romano Vio (Venezia, 11 febbraio 1913 – Lido di Venezia, 23 agosto 1984) è stato scultore e docente dell’Accademia di Belle Arti di Venezia.
Ha partecipato a tre edizioni della Biennale di Venezia e grazie alla sua bravura di modellatore fu incaricato dalla Soprintendenza di produrre il nuovo modello della scultura di George Washington ricavato dall'opera conservata a Possagno.
Scolpì nel 1970 a Pietrasanta il monumento in marmo oggi esposto a Raleigh in North Carolina in sostituzione di quello di Canova distrutto nel 1831.

CANOVA BY FABIO ZONTA

Fabio Zonta (Bassano del Grappa, 1958), fotografo, ha collaborato con importanti magazine di architettura e design e nella realizzazione di diversi film sull’architettura.
Dalla sua prima mostra nel 2003 si è concentrato sull’interpretazione fotografica della natura.
La mostra fotografica di Possagno, dopo essere stata presentata al Consolato Generale d’Italia a New York lo scorso maggio, ospiterà fotografie delle opere della Gypsotheca tra le quali alcune interpretazioni della scultura di George Washington.

Canova Experience

Dal I° dicembre 2017, il Museo Canova è anche digital!

Fondazione Canova, in collaborazione con Asolana Group, porta all’interno del Museo un progetto totalmente innovativo di comunicazione integrata che, utilizzando tecnologia 3D e virtual reality, consente al visitatore un’esperienza immersiva nel sito museale.

Saranno messe a disposizione dei visitatori più esigenti alcuni servizi innovativi: il virtual tour, sia nel sito del Museo sia da remoto; la consultazione on line di moltissimi (e preziosi) documenti dell’archivio canoviano; la scansione 3D delle opere canoviane con possibilità di studiarne le strutture e la composizione; una esperienza virtuale, fruibile anche con i visori oculus, che attinge da una eccezionale e inedita repository di video, immagini, animazioni, ipertesti...

Un progetto dal grande valore storico e sociale, l’avvio di un percorso di investimento e di sviluppo nell’edutainment, a favore da un lato del mondo della scuola, dell’educazione e della ricerca attraverso le moderne tecnologie digitali, dall’altro verso quanti vivono in situazioni di disabilità, ma desiderano avvicinarsi al mondo dell’arte e poter ammirare le opere conservate nel Museo di Possagno.

1917 - 1918 Possagno e Canova: tra il Brenta e il Piave

Possagno, Ala Gemin della Gypsotheca e Museo Antonio Canova

16 dicembre 2017 - 24 giugno 2018

Una mostra sulla Gypsotheca bombardata dalla Guerra: le attività di restauro e ricomposizione delle statue rovinate hanno bisogno di essere continuamente riscoperte dalla memoria di noi che, a distanza di un secolo da quei tragici eventi, siamo messi nelle condizioni di apprezzare e diffondere la bellezza assoluta.

Non solo però una mostra sulla Gypsotheca bombardata, ma anche sul costo sociale della Grande Guerra, sui preziosi restauri, sull’opera dei recuperanti che ci hanno fatto scoprire il lato umano del conflitto, sulla valorizzazione di manufatti e trincee che tra Piave e Brenta ha impegnato quest’ultima generazione di volontari, alpini e associazioni d’arma.

Divina Paolina

Riallestimento della Sala degli Specchi per dare accoglienza alla sorella di Napoleone, ritratta da Canova come Venere Vincitrice, donna fascinosa già ai suoi tempi, bellissima dèa per sempre. Il modello in gesso di Paolina Borghese è stata la prima opera in gesso ricostruita con il sistema 3D e del reverse engineering: a più di dieci anni da quell’importante restauro integrativo, viene riproposta al grande pubblico degli appassionati di Canova.